Foto di fiori di zafferano

home chi siamo coltivazione tradizionale D.O.P. Zafferano di Sardegna qualità proprietà ed usi informazioni e vendita


La qualità



La norma europea ISO 3632-1:1993

È una norma che definisce le differenti qualità di zafferano in stimmi (filamenti) e polvere, basandosi sulle loro proprietà chimiche, secondo la seguente tabella:

Caratteristiche
Requisiti
Metodo
test
... zafferano in stimmi zafferano in polvere ...
Umidità e materie volatili, % (m/m), max 12 10 ISO 3632-2 clausola 9
Potere amaricante, espresso come lettura diretta dell'assorbimento di picrocrocina a circa 257 nm, su base secca, min.
1a categoria
2a categoria
3a categoria
4a categoria



70
55
40
30



70
55
40
30
ISO 3632-2 clausola 13
Potere aromatizzante, espresso come lettura diretta dell'assorbimento di safranale a circa 330 nm su base secca.
Tutte le categorie
min.
max.



20
50



20
50
ISO 3632-2 clausola 13
Potere colorante, espresso come lettura diretta dell'assorbimento di crocina a circa 440 nm, su base secca, min.
1a categoria
2a categoria
3a categoria
4a categoria



190
150
110
80



190
150
110
80
ISO 3632-2 clausola 13

Il nostro zafferano

Per la norma ISO 3632-1 del 1993 il nostro zafferano, secondo controlli effettuati su campioni analizzati in laboratorio, si colloca nettamente all'interno della 1a categoria commerciale, raggiungendo punte di eccellenza con percentuali di picrocrocina e crocina superiori anche al 30% del minimo sufficiente per collocarlo nella 1a categoria.

Le analisi vanno dunque bene, ma il vero giudizio sulla bontà del nostro prodotto è quello pratico che dà il consumatore con la sua personale analisi sensoriale.
Il risultato delle sensazioni gustativo-olfattive del cibo speziato col nostro zafferano, unito al piacere visivo, è stato sempre altamente positivo e questo è più che sufficiente per sentirci orgogliosi di produrlo.


La grande qualità dello zafferano da noi prodotto è il risultato di una serie di operazioni che possono brevemente così riassumersi:

  1. Coltivazione naturale:
    • eliminazione delle erbacce a mano e con la zappa e totale assenza di diserbanti;
    • nessuna irrigazione, né concimazione di alcun tipo (neanche organica).

  2. Raccolta manuale dei fiori nella mattinata dello stesso giorno in cui sbocciano, con eliminazione di quelli deteriorati da lumache o insetti vari.

    Foto di fiore con e senza furconis
  3. Separazione, sempre manuale, in giornata, degli stimmi dal resto del fiore con taglio e scarto della parte bianca priva di droga (is furconis).

  4. Umettamento degli stimmi con un'idea di olio extravergine di oliva di nostra produzione.

  5. Essicazione degli stimmi lenta e graduale.

  6. Conservazione a temperatura ambiente in contenitori di latta al riparo dalla luce e dall'umidità.

La garanzia della qualità del nostro prodotto si completa con la rintracciabilità, assicurata da una puntuale e meticola annotazione che ricostruisce tutti i passaggi della filiera produttiva.




| home | chi siamo | coltivazione tradizionale | DOP "Zafferano di Sardegna" | qualità | proprietà ed usi | informazioni e vendita |